La Casa di Nuto

officina di geoletteratura

Brianze: d’immagini e parole

4 commenti

26 agosto 1818

Arriviamo infine su un’altura e scopriamo l’incantevole lago di Pusiano […]
Il lago è delimitato a mezzogiorno da piccole colline non molto alte e ben imboschite, che conferiscono loro un aspetto dolce in contrasto con la severità dei suoi confratelli circondati da alte montagne dai versanti scoscesi. Vi sono montagne alte solo a nord, dietro Pusiano. Questa montagna è brulla e a destra c’è un villaggio. Gran quantità di campanili al di là del lago. La sera, dopo cena, bei lampi e temporale. La punta di un campanile illuminata a giorno. Singolare rumore degli arcolai per la seta… (Stendhal, Diario del viaggio in Brianza, 1818).

G. Segantini, Ave Maria a trasbordo, olio su tela, 1882 (Zurigo, Collezione Nyffelet).
Dipinto eseguito sul lago di Pusiano.

Annunci

4 thoughts on “Brianze: d’immagini e parole

  1. Devo farci una gita, infondo è davvero vicino a casa mia 🙂 buona giornata

  2. Stendhal gironzolò anche per i caruggi, non so se leggevi già il mio blog quando me ho scritto…un filo ci unisce Tiptoe 🙂 Questo lago dev’essere incantevole!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...